Libri

Una sorta di recensione: Notizie dall’interno di Paul Auster

“Non perché ti reputi un oggetto di studio prezioso o fuori dal comune, ma proprio per l’esatto contrario, perché ti consideri uno come tanti, uno come tutti.”

Sono convinto, straconvinto, che il modo migliore per approcciare Auster sia innanzitutto tramite i suoi scritti autobiografici, e forse questo più di tutti permette di farci conoscere una delle personalità letterarie più importanti della letteratura americana contemporanea.
Se Diario d’inverno rappresenta il bilancio finale di un uomo più che adulto, entrato nell’ultima fase dell’esistenza – il suo inverno, appunto -, Notizie dall’interno può essere considerato il suo speculare. Scritto interamente con la tecnica del “tu narrativo”, quindi in seconda persona, come a rimarcare quella ormai distanza che il tempo ha creato tra chi scrive e chi viene ripescato nella memoria, che pur essendo la stessa persona, si è comunque diversi. Un viaggio dentro di sé per comprendere e comprendersi.
Il libro è suddiviso strutturalmente in tre parti.
Nella prima, quella che dà il titolo al libro, Auster ripercorre la sua infanzia fino agli albori dell’adolescenza. Ci ritroviamo con un Auster bambino, alle prese con l’America devi anni ’50, con le prime prese di coscienza di ciò che lo circonda, dei rapporti con i suoi coetanei, dall’amore per il baseball a quello fragile dei propri genitori, fino alla consapevolezza crescente nel capire cosa significa essere ebreo in quel particolare momento storico. Un Auster che si scandaglia e ci fa immergere nel suo passato con la sua proverbiale scrittura ipnotica.
Nella seconda parte – “Due colpi alla testa” – ci ritroviamo con Auster teenager, ma più che ripercorrere gli eventi del proprio vissuto, ci racconta due esperienze cinematografiche che lo hanno sconvolto particolarmente. Una narrazione che si capovolge e ci trasporta nella trama dei due film, facendo vivere le stesse emozioni, inquietudini e stupore che lo stesso autore ha provato a suo tempo, restituendole con altrettanta forza narrativa. Non nascondo che a tratti sembrava davvero di avere davanti agli occhi le scene dei due film.
Nella terza e ultima parte – “Capsula del tempo” – ci ritroviamo con un Auster ormai ventenne, nella classica crisi post adolescenziale, in cui, attraverso il ritrovamento di una serie di lettere e fotografie fatte a suo tempo, ripercorre gli anni del soggiorno a Parigi, della sofferta relazione a distanza con la propria amata, delle difficoltà economiche, dell’inquietudine crescente, dello sguardo critico sul mondo. Gli anni della consapevolezza e della maturità intellettuale. Ed è qui che cominciamo ad approcciare colui che poi diventerà una delle penne più rinomate della letteratura americana.
Auster ci restituisce senz’altro un ritratto del proprio vissuto, ma è un ritratto plasmato su situazioni ed eventi che caratterizzano l’essere umano, e quindi che ci accomunano, proprio per questo il lettore (io in primis) si ritroverà spesso e volentieri nelle parole e nelle esperienze intime dell’autore, afferrando qualcosa di sé, facendoci scavare nella memoria, per ritrovare ciò che ci ha reso ciò che siamo.

Potete acquistare il libro qui -> https://amzn.to/2PLQG4Z

View this post on Instagram

"Non perché ti reputi un oggetto di studio prezioso o fuori dal comune, ma proprio per l'esatto contrario, perché ti consideri uno come tanti, uno come tutti." • Sono convinto, straconvinto, che il modo migliore per approcciare Auster sia innanzitutto tramite i suoi scritti autobiografici, e forse questo più di tutti permette di farci conoscere una delle personalità letterarie più importanti della letteratura americana contemporanea. Se Diario d'inverno rappresenta il bilancio finale di un uomo più che adulto, entrato nell'ultima fase dell'esistenza – il suo inverno, appunto -, Notizie dall'interno può essere considerato il suo speculare. Scritto interamente con la tecnica del "tu narrativo", quindi in seconda persona, come a rimarcare quella ormai distanza che il tempo ha creato tra chi scrive e chi viene ripescato nella memoria, che pur essendo la stessa persona, si è comunque diversi. Un viaggio dentro di sé per comprendere e comprendersi. Il libro è suddiviso strutturalmente in tre parti. Nella prima, quella che dà il titolo al libro, Auster ripercorre la sua infanzia fino agli albori dell'adolescenza. Ci ritroviamo con un Auster bambino, alle prese con l'America devi anni '50, con le prime prese di coscienza di ciò che lo circonda, dei rapporti con i suoi coetanei, dall'amore per il baseball a quello fragile dei propri genitori, fino alla consapevolezza crescente nel capire cosa significa essere ebreo in quel particolare momento storico. Un Auster che si scandaglia e ci fa immergere nel suo passato con la sua proverbiale scrittura ipnotica. Nella seconda parte – "Due colpi alla testa" – ci ritroviamo con Auster teenager, ma più che ripercorrere gli eventi del proprio vissuto, ci racconta due esperienze cinematografiche che lo hanno sconvolto particolarmente. Una narrazione che si capovolge e ci trasporta nella trama dei due film, facendo vivere le stesse emozioni, inquietudini e stupore che lo stesso autore ha provato a suo tempo, restituendole con altrettanta forza narrativa. Non nascondo che a tratti sembrava davvero di avere davanti agli occhi le scene dei due film. [continua nei commenti]

A post shared by Antonio Lombardi (@antonio_lombardi) on

P.S. non c’è il bilancio del mese di ottobre semplicemente perché questo è stato l’unico libro che ho letto

Un pensiero riguardo “Una sorta di recensione: Notizie dall’interno di Paul Auster”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...